Una strategia innovativa per la trasformazione economica regionale diventata parte essenziale delle iniziative dell'Europa per aiutare le regioni a uscire dalla recessione e avviare una nuova fase di sviluppo.
Nell'ambito della Politica di Coesione dell'Unione Europea per il periodo 2014-2020, la Commissione Europea ha stabilito che la Specializzazione Intelligente (Smart Specialisation Strategy – S3) diventi un requisito preliminare (la c.d. condizionalità ex ante) per il supporto degli investimenti in due obiettivi chiave:

  • Rafforzare la ricerca, lo sviluppo tecnologico e l'innovazione.
  • Migliorare l'accesso alle tecnologie dell'informazione e della comunicazione, l'impiego e la qualità delle stesse.

Più in particolare:
le strategie di specializzazione intelligente sono definite come delle agende di trasformazione economica integrate e placebased caratterizzate da cinque elementi fondamentali:

  • Essere focalizzate su alcune priorità.
  • Essere costruite a partire da punti di forza, vantaggi competitivi e potenziali propri della regione di riferimento.
  • Essere riferite ad un concetto ampio di innovazione che coinvolge il settore privato
  • Favorire il pieno coinvolgimento degli stakeholders.
  • Essere evidence-based, basate cioè su risultati effettivi misurabili attraverso i sistemi di monitoraggio e di valutazione che consentano di porre in essere retroazioni e funzionino anche come strumento di apprendimento.

Specializzazione intelligente significa quindi:

  • Identificare le risorse e le caratteristiche peculiari di ogni paese e regione, evidenziarne i vantaggi competitivi e concentrare le risorse e i soggetti coinvolti intorno a una visione del futuro basata sull'eccellenza.
  • Rafforzare i sistemi di innovazione regionali, ottimizzare i flussi di conoscenze e diffondere i vantaggi dell'innovazione nell'intera economia regionale.

Per approfondire:
S3 platform – la piattaforma europea della S3

La Guida europea alla S3